ALFANO: SU MEDIAZIONE SI' OBBLIGO MA SERVE QUALITA'

Roma, 25 maggio 2011.- "L'obbligatorietà della mediazione civile c'è e rimarrà, ma allo stesso tempo gli organismi di mediazione dovranno puntare sulla qualità e perciò saremo attentissimi al rispetto delle regole". Lo ha detto il Ministro della Giustizia, intervendo al convegno organizzato dal Dicastero di Via Arenula. In una sala gremita di professionisti che lo hanno applaudito più volte, il Guardasigilli ha garantito che l'obbligatorietà della mediazione, così fortemente contestata dall'avvocatura, resterà perchè "è un punto che serve a consolidare nella società questa idea", con l'obiettivo "di un incremento verticale della mediazione volontaria". Alfano ha quindi sollecitato gli organismi accreditati presso il Ministero della Giustizia a puntare sulla qualità perchè "chi fa imbrogli li compie non solo a danno di se stesso ma dell'intero istituto". Gli organismi di mediazione, dunque, "non saranno guardati con sguardo distratto nè benevolo. Saremo attentissimi - conclude il Guardasigilli - al rispetto delle regole perchè la qualità del servizio è indespensabile" (ANSA).

Intervento audio-video del guardasigilli Alfano:

http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_6_8_1_1.wp?previsiousPage=mg_6_9&contentId=NVA640827