IANNINI (MINISTERO DELLA GIUSTIZIA): SERVONO MEDIATORI QUALIFICATI

Roma, 25 maggio 2011.- "La competitività si fonda anche sulla qualità dei mediatori". Augusta Iannini, capo dell'ufficio legislativo del ministero della Giustizia, tiene ferma la barra sulla necessità dell'obbligatorietà del nuovo istituto della mediazione civile, ma allo stesso tempo sollecita gli organismi accreditati per svolgere il ruolo di mediatori a puntare sulla qualità.

"Se gli organismi di conciliazione si focalizzano solo sull'obbligatorietà, perdono di vista un punto fondamentale, vale a dire quello di una classe qualificata di mediatori, che non riposano sugli allori dell'obbligatorietà". E questo perchè - ha fatto notare Iannini nel corso di un convegno organizzato dal ministero della Giustizia - ci sono diversi sistemi di mediazione, e tra essi anche quello della mediazione volontaria e della clausola contrattuale". (ANSA)