LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PUNTA SULLA MEDIAZIONE

 

E’ un lungo cammino che non si è ancora fermato, quello iniziato nel 2006 dalla Regione Emilia – Romagna, mediante l’adesione al progetto europeo “Alternative Dispute Resolutions”,  ed il cui il traguardo consiste nell’avvenuta creazione ed accettazione della cultura della mediazione.

Con il sito ADRplus prima, e con la sua nuova versione ora, intitolata semplicemente Mediazione e conciliazione, la Regione Emilia – Romagna cerca di sfatare i pregiudizi verso tutto quello che non è appannaggio della giustizia togata, a favore di una cultura della gestione del conflitto con la quale dare valore agli interessi in gioco.

E’ nell’ambito delle politiche regionali di semplificazione ed innovazione che si è immediatamente compresa l’importanza della divulgazione della conciliazione, un istituto che può portare vantaggi ai cittadini, alla stessa amministrazione ed all’intera nazione.

Il principale canale scelto dalla Regione per la sua opera di divulgazione è stato il web:il portale dedicato alla Mediazione ha sempre cercato di sostenere e diffondere le ADR quali metodi per inquadrare il conflitto sotto un diverso punto di vista, dove il dissenso non rappresenta più una fase patologica del rapporto, bensì una diversa situazione nella quale occorre salvaguardare il rapporto fiduciario originario, anche nel momento più difficile, quello dell’incomprensione.

Il sito Mediazione è stato ora completamente aggiornato nella grafica e nei contenuti, con agili schede informative che consentono all’utente di avere una visione chiara del mondo della mediazione, dei soggetti ai quali ci si può rivolgere, dei costi e dei benefici del procedimento.

Naturalmente rimane la parte dedicata alle notizie ed agli appuntamenti legati al mondo della mediazione – conciliazione.

 

Articolo tratto da L'AltraPagina del 16.05.2013