MEDIAZIONE OBBLIGATORIA: APERTURA DEL GOVERNO A FAVORE EMENDAMENTO

 

La dott.ssa Irene Gionfriddo, portavoce del Forum Nazionale degli Organismi di Mediazione e dei Mediatori Civili, ed il dott. Giammario Battaglia, Segretario Organizzativo, a seguito della giornata di mobilitazione nazionale in favore della reintroduzione della mediazione obbligatoria, che si è tenuta il 12 novembre presso la Camera dei Deputati, in data odierna, hanno incontrato il Sottosegretario alla Giustizia, prof. avv. Salvatore Mazzamuto, al fine di sensibilizzare il Governo a dare parere favorevole all’emendamento 16.02, presentato al DDL di conversione in legge del decreto-legge 18 ottobre 2012, n.179, recante ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese.

 

“Abbiamo ricevuto – afferma la dott.ssa Irene Gionfriddo – un’importante apertura da parte del Sottosegretario a dare parere favorevole all’emendamento. Tale disponibilità nasce dall’esigenza di evitare che 600 milioni di investimenti fatti dagli Organismi di Mediazione vadano in fumo e che si disperdano le professionalità acquisite, nonchè migliaia di posti di lavoro creati in due anni . Ricordiamo che l‘emendamento 16.02 non solo è voluto dalla maggioranza del mondo ADR, dalla società civile, da Confindustria e dal mondo imprenditoriale, ma viene incontro anche alle numerose richieste del Cnf “.

“Nelle prossime ore ne discuteremo con la sen. Simona Vicari, relatrice alla X Commissione del Senato, per invitare il Senato a fare in fretta”.

“Il Forum Nazionale dei Mediatori, una volta ottenuto questo straordinario successo lavorerà, nei prossimi anni, come lobby in partnership con le lobby degli altri Stati, a diffondere la cultura della conciliazione nelle scuole, università, amministrazioni comunali. Il 18 dicembre appuntamento alla Camera dei Deputati per festeggiare la reintroduzione della mediazione obbligatoria e per dare avvio alla fase II coinvolgendo anche la Magistratura e la CEI”.

 

Articolo tratto da L'AltraPagina del 14 novembre 2012